username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Un divenire di te danzante

Mi piacerebbe chiamarti per nome,
ogni cosa in natura ha il proprio nome
magnifici nomi, i fiori
e complicati gli insetti.
Le stelle tutte hanno un nome,
il tuo s'accende diretto
in faccia a Sirio, nel firmamento di zìgrine.

Chiamarti per nome in una stagione immensa
dove tante e feconde sono le primavere.
frutti ramati ed asprigni
sugosi e prosperi
per mesi e mesi.

Nome amato, ripetuto
già consumato nelle sillabe.
prezioso avorio dissepolto in giardino.

Chiamarti per nome
é la mia invocazione
la mia speranza.
Un divenire di te danzante in me.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 18/05/2012 00:17
    Però. Come bella questa tua poesia richiamo all'amore. Intensa, anche passionale e raffinata. Legggerla fa star bene.
  • Anonimo il 14/05/2012 09:16
    Metafore meravigliose associate ad immagini poetiche davvero belle, rendono questa lirica sognante, impalpabile ma coinvolgente, sino a trascinare il lettore nell'atmosfera eterea descritta dall'autrice ed, invitandolo, a non farvi più ritorno nella quotidiana realtà. Una lirica introspettiva sull'amore romantico certamente da leggere ancora, a lume di candela. Piaciuta tanto per stesura e contenuto.
  • Anonimo il 13/05/2012 14:54
    dolce, delicata, colorata, astrale... ottima prova questa tua...

14 commenti:

  • senzamaninbicicletta il 17/05/2012 15:13
    una Morry che ha indossato l'abito del romanticismo e il tacco alto della classe ha scritto questa dedica che è un gioiellino.
  • Gianni Spadavecchia il 14/05/2012 14:48
    Bella poesia, versi "sublimi". Ciao Mariateresa
  • vincenzo rubino il 14/05/2012 13:25
    la trova molto evocativa e azzeccata nel ritmo e nelle parole.. ciao
  • Anonimo il 14/05/2012 09:18
    Ti auguro una serena giornata e grazie per il graditissimo commento alla mia poesia intitolata IL MONDO È CAMBIATO.
  • mauri huis il 13/05/2012 23:56
    In realtà l'avevo capito, Cara Teresa, perchè oggi, nell'era di internet, l'ignoranza non è più permessa e se una cosa non la trovi è perchè è inventata. La licenza poetica proprio a questo serve. Per quanta riguarda Montale più che inventarle le scovava nei meandri più reconditi del lessico, italiano o dialettale che fosse. Almeno per quel che ho potuto verificare di persona. Anche per quanto riguarda il senso in cui l'avevi usato ci avevo preso. Però da lì ad esserne sicuro ce ne correva. Così ho chiesto lumi. E visto che l'arcano non era poi così arcano ti rinnovo i miei personali complimenti.
  • mariateresa morry il 13/05/2012 20:53
    " Zìgrine" non esiste. È un lemma che mi sono inventata, viene da zigrinato, zigrinare... mi piaceva il suone e ce l'ho messo. Molti poeti inventavano le parole, prendendo le radici da parole vere. Dicasi Montale per tutti. Capito l'arcano Mau?
  • mauri huis il 13/05/2012 20:37
    Uhmm, noto con disappunto e un certo sospetto che tutti sanno cosa vuol dire zìgrine mentre io no, e questo mi rovina un po' il gusto di questa tua ancora una volta bella poesia. Mi dovrai quindi levare tu la curiosità, perchè anche su google non appare che la poesia tua... immaginifica Mariateresa.
  • Alessandro il 13/05/2012 15:23
    Ritmata, musicale, carina l'allitterazione già riscontrabile nel titolo.
  • Salvatore Ferranti il 13/05/2012 12:05
    una poesia molto affascinante.
    si legge bene... brava davvero
  • loretta margherita citarei il 13/05/2012 11:55
    molto bella ed intensa, buona domenica
  • mariateresa morry il 13/05/2012 10:22
    Grazie amici MICI, e pure a Leonardo... buona domenica ragassuoli!!
  • Anonimo il 13/05/2012 10:17
    Molto bella Morry. Mi piacciono molto questi versi:
    "Nome amato, ripetuto
    già consumato nelle sillabe.
    prezioso avorio dissepolto in giardino..."

  • Anonimo il 13/05/2012 10:14
    Chiamarti per nome... come voler conoscere l'altro nel suo profondo. Piaciuta Teresa!
  • Anonimo il 13/05/2012 01:26
    "Mi piacerebbe chiamarti per nome,
    ogni cosa in natura ha il proprio nome"

    il nome come rapporto emotivo affettivo che diviene danzando in te
    ciao Morry

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0