username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Spleen.

Penna
scivola,
mordi,
assaggia,
tramutami in pesce.

Le stelle si incrociano
vorticosamente
come strade a lungo battute.

Una malinconica scia
cha mi lascia d'argilla.
Narcisistica vocazione
che mi spinge a dare
un nome ad ogni cosa.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • alberto accorsi il 03/11/2008 14:23
    Immagini molto attraenti. Si rimane sospesi...
  • roberto mestrone il 01/07/2007 16:09
    Pensieri di un tuo momento d'angoscia esistenziale...
    Baudelaire ti sorriderebbe compiaciuto.
    Brava!
    Ro
  • Duccio Monfardini il 25/06/2007 17:29
    bella, soprattutto la prima parte.
  • laura cuppone il 25/06/2007 14:02
    gli Spleen fanno parte della letteratura e di un poeta che io adoro...
    In quanto al tuo... la voglia di far poesia o di esserlo... che bella sensazione...
    brava L
  • sara rota il 25/06/2007 10:58
    Bellissima, soprattutto quando vorresti essere tramutata in pesce per lasciarti trasportare in ogni dove, in ogni quando...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0