PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Etabeta l'uomo del 2012 (tesi)

Nei Tuoi occhi
si destano
le mie ali

meta
fra cubetti di ghiaccio una cotta stellare allergica al denaro

destini
di luce risvegliati dal centro della terra

metamorfosi
divine

fra palline di nafta e gambe di legno

linee inespresse d'iris dormienti sul pomo del letto

semi di rami
senza ombre di scheletri

Omo
ripiegato
impiegato

sunto
da psicotiche automatizzate pupille

assunte

compresse

ma chi ferito non è da questa paresi mercantile

da macchie di "psole" punteggiate da virgole e parentesi di "virgo" golette

 

4
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 14/05/2012 14:40
    Un serto d'alloro per questa tua gagliarda davvero.

2 commenti:

  • karen tognini il 15/05/2012 08:02
    Sei sempre il migliore in originalita' geniale...

    molto bella tra virgo-golette... destini
    di luce risvegliati dal centro della terra

    metamorfosi
    divine

    fra palline di nafta e gambe di legno

    linee inespresse d'iris dormienti sul pomo del letto

    Sei fantastico!!!!
  • Anonimo il 14/05/2012 16:19
    Un grande o maggio di palline di nafta a lina per questa tua tesi che li ha stesi con punti e virgole e macchie genuflesse al virgo del via e del gra gra sotto ghiaccio, nelle metamorfosi stellari allergiche ai denari con le gambe di legno!
    Bravissimo Vincé!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0