PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

sospiri

lieve
dolcemente
cerchi le mie labbra

le tue mani mi sfiorano i capelli

leggere come il vento di primavera
che giocoso ti trasforma
ti ammalia e ti rapisce

mi incanti
mi leghi a tè
e non mi lasci più andar via

sei la mia vita
il mio respiro
la mia ragione di vita

ti voglio bene
figlio mio.

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • eugenio maiolo il 16/04/2009 19:06
    non ti adontare.. sarebbe banale anche se dedicata ad un uomo.
    ma è comprensibile la passione materna.
  • ENZO FALBO il 25/06/2007 17:22
    i figli, solo i figli sanno legarti il cuore, l'anima.
    Si smette di vivere per se stessi e si comincia a vivere solo per loro!

    10
  • sara rota il 25/06/2007 16:55
    Bellissima dichiarazione per un figlio, che è parte di noi, che è noi. Bravissima.
  • Ivan Navi il 25/06/2007 16:13
    la ricerca dell'originalità a volte fa perdere di significato parole molto importanti, piaciuta così com'è.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0