accedi   |   crea nuovo account

Padre

Padre mio,
creatura innocente,
onore e rispetto il senso della tua vita.
Ingorda mi nutro di ciò che mia donato,
hai pasciuto la mia fame,
hai dissetato il mio sapere,
hai reso a me ciò che altri ti avevano donato.
Padre mio, così costante nei miei pensieri
nei giorni bui che mi hai insegnato
a vedere, squarciando le nubi dal cielo.

Innalzo verso te lo sguardo
non ti vedo, ma sento il tuo profumo,
aspiro l'aria scartando tossine,
serbando nel petto la purezza.
Ciò che sono
ciò che eri,
nulla è per sempre
ma ciò che resta insegna.
Farò di te la mia strada,
il cammino senza ombre...
farò di te l'azzurro indaco,
la carezza posata sulla spalla che sostiene.
Converserò con i miei ricordi... li mi risponderai
con quel tuo vecchio,
solito... deciso sorriso.

 

2
7 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 18/05/2012 18:13
    Fortunata te che puoi portare nel tuo cuore i dolci ricordi di un padre e metterli con amore e maestria in poesia.
  • nicola cannone il 16/05/2012 09:25
    Questa memoria di tuo padre mi colma di tristezza e nostalgia, ripensando al mio rapporto con il "papà". La consapevolezza di un'assenza importante, e forse sottovalutata in vita, una figura discreta mai ingombrante, ma sempre presente nei momenti difficili anche se me ne sono accorto quando ormai le parole non servivavno più ... molto bella e dolce. Un abbraccio

7 commenti:

  • pino ramunno il 07/09/2013 06:24
    Bella, si respira il tuo amore e l'animo di una bimba che dopo molti anni rientra nella sua visione d'infanzia
  • Marcello De Tullio il 18/12/2012 07:53
    Molti scrittori hanno sempre scritto sulle mamme e tu hai avuto il coraggio di scriverne una su tuo padre e questo ti fa onore perchè dimostra che gli volevi molto bene. Ma sappi che lui sarà sempre accanto a te ed io ti auguro un felice natale e un bellissimo anno nuovo.
  • augusto villa il 06/12/2012 14:12
    M'hai hai insegnato a vedere.. serbando nel petto la purezza... farò di te la mia strada... Nulla è per sempre... ma ciò che resta insegna, Padre.
    Ma che bei versi, cara Dolce, davvero complimenti.
    Intensa e..."dolce"... ahahah...
    --------------
  • Anonimo il 01/10/2012 12:34
    i suoi occhi ora vedono con i tuoi... il suo sorriso è il tuo e le sue braccia ti strigeranno ancora... hai toccato il mio cuore avevo appena 9 anni quando l'ho perso... un abbraccio sincero
  • gaia porcelli il 18/08/2012 22:38
    Con pochi versi hai saputo esprimere un amore grande.. Sei fortunata ad averlo provato..
  • Rocco Michele LETTINI il 15/05/2012 08:17
    La figura paterna decantata con maestria...
    BRAVA DOLCEZZA... CIAOOO!!!
  • loretta margherita citarei il 15/05/2012 07:53
    molto dolce e toccante complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0