accedi   |   crea nuovo account

Nel nostro giorno

Come sei oggi
ricordarti sempre
e sempre ognora
adorarti,
vorrei allora
che i sogni miei
saranno autunno
e le mie labbra calde
tremolanti.
Per un momento solo
l’estate andata
ridonarti,
diradando il tempo
e ritornando indietro
respirarti senza tremare
e poterti donare
il meglio che lo specchio
oggi riflette.
Vecchio illuso
vorrei
che lo specchio
ingannar potesse i sensi,
la realtà gabbare
e cancellare
le delusioni da soffrire insieme.
Troppe cose vorrei
oggi
per ora e per allora;
ma non pensiamo,
ancora è presto:
amiamo.
(Per mia moglie Grazia, 19/11/1965)

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Carlo Caredda il 15/07/2008 23:46
    carica di sensibilita'
  • roberto mestrone il 01/07/2007 16:34
    Stupendi pensieri d' amore!
    Molto riflessivo e consolante il finale.
    Bravo Ugo!
    Ro

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0