accedi   |   crea nuovo account

Il rumore del mio fatto

Avrei dovuto rispettare il mio cuore,
prima di tutto,
prima di andare,
avrei dovuto camminare nel bello e nel brutto
ed imparare a non fare troppo male;
ma intanto, quando si parla d'amore,
tutte le cose, calanti o sognanti,
celano tanto dolore,
nel tempo che le porta avanti.
Avrei dovuto vedere negli occhi di tutti,
non solo l'eccesso in sorriso
ma il tanto difetto nel pianto
e anche se ogni momento è deciso,
e ingannarlo col sogno non sarà mai rimpianto,
avrei dovuto urlare il silenzio,
per non fare rumore, parlando.
Avrei dovuto ma intanto,
ho gia dato tutto il mio tutto
nel brutto del mondo.

 

3
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 16/05/2012 10:29
    Momento di intimo bilancio. Piaciuta e molto apprezzata!