PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Avvinghiati ai muri

... e poi ci sono i muri
dove lasciamo i pianti
dove sbattiamo la testa
senza guardare
senza sentire
muri invalicabili
spessi come montagne
muri che tolgono la vista
che sovrastano
che nascondono il cielo
muri eretti a proteggerci
muri per non parlare
muri per non sognare
muri dentro
freddi come pietre
pesanti come il buio
muri sempre muri
muri a dividere
muri messi a confine
a delineare il mio e il tuo
muri
muri
muri e ancora muri...
ma ci sono anche altri muri
muri che sorreggono
muri caldi baciati dal sole
muri che ti abbracciano
che proteggono
che hanno calore
muri di pietra antica
che portano memorie
muri nuovi dove metterci la via
muri colorati
dipinti
allegri
muri da dipingere
con le impronte di una vita
muri dove appendere ricordi
muri come fogli di cielo
dove scrivere pensieri
muri dove si posano le ali dei sogni
muri pieni di verde
aggrappato avvinghiato
in un amplesso fecondo
muri
muri
muri e ancora muri...
e quelli di gomma
di cristallo
di metallo

123

3
3 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Dark Angel il 17/05/2012 15:30
    la tecnica che usi mostra il baratro dell'impedimento (molto bene direi) i miei complimenti oscuri
  • rosaria esposito il 16/05/2012 21:44
    un susseguirsi labirintico di muri... che solo il poetico verso sa scavalcare...!
  • Rocco Michele LETTINI il 16/05/2012 11:18
    AVVINGHIATI AI MURI... È IL NOSTRO ESISTERE... CON I NOSTRI SINISTRI... LE NOSTRE AMAREZZE... LE NOSTRE ANSIE...
    Un verseggio... lungo quanto un poema di verità... di sensibilità... di desiderio di rinascita...
    BRAVA IVANA... CIAOOO!!!

3 commenti:

  • Anonimo il 29/05/2012 14:11
    tutti sappiamo che non basta una mazza per abbattere un muro... ci sono muri che non si possono abbattere, ma ci sono persone che ci possono aiutare a scavalcarli... poesia interessante e piena di domande alle quali solo noi stessi possiamo dare spiegazione... brava
  • Luigi Naselli il 16/05/2012 22:21
    ... e poi ci sono i muri... bellissima.
  • Anonimo il 16/05/2012 14:46
    Tantissimi muri su cui campeggia il più grosso di tutti: quello della paura dell'altro, della paura di morire a noi stessi!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0