PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Hiems

Ho l'anima fatta di resti di macerie dopo la bufera.
Dentro di me vi è la tempesta,
vi è un'anima che si rinnega
e nel suo stesso rinnegarsi, si trova.
Dentro di me vi è un universo inesploso,
ghiaccio indistruttibile che ricopre ogni cosa.
Nel mio Cielo non vi è più una stella,
le mie stelle sono tutte nel Cielo di qualcun altro.
In me tutto è immoto,
tutto è placida quiete,
un desiderio sommerso,
un terremoto silente,
una bomba inesplosa.
Io sono l'inverno,
e tu il primo giorno di Primavera.

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 18/05/2012 10:06
    Travolgente e apprezzabile in un solo fiato

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0