accedi   |   crea nuovo account

Monologo del vampiro impazzito

Disumanamente strutturato
vagando in continua ricerca
utile e disutile, economicamente
e geologicamente deprecabile.

Poi l'uomo, era l'uomo
e ora dov'e'? C'e' un robot.

Quell'aereo non ha pilota
colpisce a casaccio.

E sotto, bombardati, transumanze
come senza senso ma il senso c'e'.
Renderci estranei ovunque noi siamo.

Estranei anche a noi stessi.

Vittime, di dogmi religiosi fasulli.
e ancora vittime, ma morti davvero e,
ne sentivo il soffrire:
ammalati e costritti da ideologie corrotte

Impazziti nel delirio della tecnologia
distribuita industrialmente
che ti disumanizza dolcemente.

Morti che gridono ancora.

Mi spiego meglio:
sul giornale ad esempio scrivono: terrorismo dei no tav
oppure, meno male fanno la tav, sono pro i no tav.

Non parlo per far politica ne per esprimere giudizi

Meno male fanno la tav? Ci sarà la tav? Ci saremo?
Ci sono. Sei e sara

Ho scolpite nella poca memoria queste parole
che riporto, ambasciatore che fa pena.

Scavare con talpe gigantesche
Shhhh, sono pazzo...
scavando su roccia già povera

Plutonio e Uranio impoverito.
Plutonio e Uranio. Ci rendiamo conto?
Se ne rende conto chi ci è morto scavando

e vivendo in quel luogo,
e lavorando in quel luogo.

123

2
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 18/05/2012 16:21
    Come dissero i Bluvertigo: È praticamente-ovvio che esistano altre forme di vita.. So di cosa stai parlando, il peso, cosa stai sperimentando, la gioa, la sofferenza, la leggerezza..
    La pillola rossa: quanto è profonda la tana del bianconiglio?
    Sono molto positivo da un po' di giorni; tu? La Mostre Santo smetterà di inquinarmi i cieli ed il vero cibo tornerà in voga ieri. Per quanto riguarda l'architettura: abbiamo case a sufficienza!
    Piu' si va avanti e più il tempo sarà al servizio della Luce.
    Il tempo ha a che fare con spostamento nello Spazio, il corpo ne è soggetto... l'anima è fuori dal suo controllo

4 commenti:

  • Anonimo il 19/05/2012 21:54
    Con tutta sincerità ti dico che ho bisogno di rileggere più volte questa poesia tuttavia sentivo il desiderio di dirti che hai una padronanza linguistica impeccabile... riprenderò il discorso con un commento sul soggetto che ha ispirato l'opera, per me, come ti dico, non di facilòe comprensione.
  • Anonimo il 18/05/2012 20:31
    2. scusa non ho finito è partito il commento, seguito:
    ... privi ormai di emozioni siamo telecomandati... Addler ritorno alle origini... ormai non ci accorgiamo di esser già morti... siamo su questa amata "Gaia" meglio chiamarla "Triste" .. Terra ormai stanca e desolata... ma una fine porta una rinascita... un rinnovamento speriamo almeno in questo...
    Grande Raf non ho parole... o forse ne ho scritte troppe... molto bella... pur trattando un tema forte... complimenti caro amico piaciuta veramente tanto bacioni...
  • Anonimo il 18/05/2012 20:23
    dismanizzati simili a robot... svuotati d'anima... di spirito... vittime incosapevoli della tecnologia che dolcemenete c'invade... costretti a viver in luoghi di morte... e senza rendercene conto
  • loretta margherita citarei il 18/05/2012 17:09
    molto apprezzata bravo raffaele

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0