accedi   |   crea nuovo account

Mi guardi

Tu che mi guardi dalla finestra,
la mia anima di te è ebbra
Ascolto l'amore che tuoi occhi ripetono
e sento i tuoi battiti come il tuono,
mentre ripeti sotto le tue belle labbra, ci sono, ci sono...

Ti guardo e mi guardi amore mio...
e mi domando come posso coltivare il tuo oblio!
Le farfalle, questa primavera, si rifiutano di volare
perché i veri amori non si possono cancellare
Come un dio e il suo eterno focolare

Mi guardi ed io ti guardo, com'è bello guardarsi!
Di quanti sentimenti e ardori ci siamo valsi
Tanti, tanti, belli ed immensi...
Li sento ardere e giungermi come incensi
che risvegliano i sensi e gli amori mai scomparsi

 

2
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 17/06/2012 14:53
    Leggendoti per la prima volta, resto colpito dall'apprezzabile sensibilità che traspare in questi versi, pieni di romanticismo ma anche di sensuale desiderio amoroso. È bello essere guardati dall'amore e, ancor di più, da chi desideriamo persino con il cuore. Non tutti sanno dare risalto alle loro emozioni, ma l'autore è riuscito a farlo, in maniera poetica. Una stupenda poesia, da ammirare con gli occhi dell'anima. Ti auguro una serena domenica
  • Rocco Michele LETTINI il 19/05/2012 20:18
    TRE STROFE... FORGIATE CON STILE... IN UN AMORE ASSENTE NEL QUOTIDIANO... IMMORTALE NEL CUORE...
    BRAVO HAMID... C'È PASSIONE... CIAOOO!!!

2 commenti:

  • Hamid Misk il 19/05/2012 19:48
    Grazie cara Sabrina.
  • Anonimo il 19/05/2012 18:55
    è veramente splendida... felicissima di leggerti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0