accedi   |   crea nuovo account

Autoanalisi

Mi trovo a disagio talora
disturbato dal chiacchiericcio
di cui abbonda la piazza.

Sarà che da solo sto bene
in pace con il silenzio
o il suono intonato del canto.

Sarà che mi prende lo scrivere
che ai rumori s'adira
perché l'ispirazione non fugga.

Ma forse il vero è men bello:
si tende a pensare con gli anni
e a chiudersi piano in sé stessi
sentendo scurirsi la luce.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • mariateresa morry il 22/05/2012 14:05
    Fai una bella considerazione Michele.. gli anni passano lisci e forse noi si preferisce restare con i nostri ricordi e riflessioni, di quando si era più sicuri di noi e in noi. Tuttavia quello " sentendo scurirsi la luce" non deve anticipare i tempi. L'ispirazione ha ancora bisogno del reale, che poi è la vita corrente... molto bella questa tua!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0