username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Con La Mente

Con passo lento, deciso e misurato
Tutto preso dal mio mondo ovattato
Cammino per le strade del quartiere
Con il mio amico, pastore e cane fedele.

Attraversando odori e rumori di motori.
Suoni e vociare di persone indaffarate.
Mi avvio verso la mia panchina,
Al Pincio di Villa Borghese.

Voglio assistere allo spettacolo unico.
Di un dolce tramonto romano.
Già soffia delicato il Ponentino,
portando con se i profumi del Giardino.

Intanto scende il sole e già colora
d'arancia tutt'intorno, la controra.
Si stagliano, davanti a un cielo rosso
come brace rovente, i pini di Roma.

Croci di chiese, cupole e ruderi romani.
Gloriosi ricordi di tempi lontani.
È come un film meraviglioso, musicato non da
Violini, ma da usignoli e merli canterini.

E con la mente assorta, in questo splendore.
Ascolto il mio cuore, pieno d'emozione.
Mi alzo per tornare sui miei passi, verso casa.
Ne conto 1-10-100. Siamo all'incrocio.

Si ferma il mio pastore, e subito, mi fermo anch'io.
Sorrido nel mio cuore, perché del semaforo...
Ne riconosco il colore! Calde, adesso scendono
due lacrime sul mio sorriso amaro.

CIECO. Si! Ma non al punto da non poter rivivere.
Con la mente. L'emozione di un Tramonto Romano...!
Il turbamento è un attimo! Prendo il muso del cane, tra le mani.
Dove sarà, con la mente, la nostra panchina, DOMANI?

 

2
5 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Sergio Basciu il 03/05/2014 16:53
    Molto bella, sia dal lato descrittivo con gli scorci della città al tramonto, impressioni che arrivano benissimo a chi legge, ma soprattutto per la scelta stilistica ottimamente sviluppata di svelare alla fine le condizioni del protagonista... mi piace
  • Michele Sperduto il 12/04/2014 12:09
    La nostra mente una cosa meravigliosa, ci fa ricordar di cose, si può viaggiare e si può anche vedere ogni posto in cui si è stato. E impressionante come questa poesia abbia svelato ogni suo passo. Mi è piaciuta tanto, complimenti.
  • Carmine Impagnatiello il 04/04/2014 10:44
    Mi hai dato la possibilità di vedere Roma e di immaginarla nella mente. Sei bravo.
  • Anonimo il 29/05/2012 10:45
    Con LA MENTE sveglia e fresca di pensieri, l'autore passeggia per le strade assaporando i sapori ed i significati di giorni nuovi ed emozionanti che gli accarezzano l'anima, perchè impregnati dell'essenza della vita stessa. Un ascoltarsi e vivere appieno, ogni istante della propria esistenza. Un testo introspettivo davvero profondo. Complimenti!

5 commenti:

  • Rossano il 08/08/2014 10:03
    Grazie mille a Sergio, Michele e Carmine per i bei commenti, molto apprezzati.
  • Anonimo il 23/05/2014 10:35
    Grazie Sergio, per il bel commento, hai colto in pieno le mie intenzioni.
  • Anonimo il 30/05/2012 16:19
    rossano bellissima... direi commovente per come l'hai scritta... conosco bene Villa borghese e spesso nell'ora di pausa vi passeggio volentieri... hai ben descritto la nostra meravigliosa città... un abbraccio e complimenti
  • Anonimo il 30/05/2012 12:00
    Roma è anche la mia città ed è unica quando incendia il cielo al tramonto! Spesso basta soltanto la Mente per vedere come spesso i nostri occhi non sanno guardare. Hai saputo portarmi in questi luoghi a me cari e spesso vissuti e mi hai riportato quei profumi, quei rumori, quei suoni e quei colori. Grazie!
  • Andrea Pezzotta il 29/05/2012 14:36
    La descrizione d'un quadro meraviglioso, è proprio un capolavoro.. complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0