username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Mi sento al sicuro

Nuda e spoglia di fronte a te
di fronte al mostro che sei
nuda, busto retto, immobile
capelli arruffati in una crocchia disfatta e stanca
con la mia lieve e prematura gobba
con i miei larghi fianchi arrotondati
con gli occhi grandi e vuoti
con lo sguardo fermo che cerca il tuo
ma tu guardi altrove
ti distrai
cercando altro.

Ti intimorisce ciò che potremmo essere
troppo amore odiato
che potremmo buttarci addosso.

Rimani mostro
Rimani sempre pronto a scappare
Rimani perché sei la mia normalità.

 

5
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • sılɐɹʇsnɐ snɐʞ il 20/06/2013 16:30
    RTYVW5Y èàG ASDF DC ASEFC efr cxew tfEF XW WEOTRIC wàrc wet cweòlnsd fwer setcwetc w wserc woàETCRX
  • Federica il 19/08/2012 15:10
    Davvero diretta ed espressiva questa tua poesia. E sicuramente anche molto triste. Mi piace l'accostamento delle parole "nuda" e "spoglia", perchè si nota la tua volontà di voler dare loro due significati diversi. Bella la conclusione, seppure molto amara.
  • Anonimo il 20/06/2012 12:23
    Tanti Amori diventano tossici per abitudine purtroppo, normalità per molti...

2 commenti:

  • Silvia Zordan il 18/08/2012 22:06
    "Ti intimorisce ciò che potremmo essere"
    Credo all'amore degli inizi, è quello più curato nei dettagli. Si cammina su una fune, pesando ogni parola, facendo attenzione a ogni gesto. Amo la paura di sbagliare qualcosa e i castelli di carta che la mente fa, le aspettative che crescono.
    Amo gli amori degli inizi dove tutto si fa solo per l'altro. Mai per se stessi.
  • Francesca La Torre il 13/06/2012 19:25

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0