accedi   |   crea nuovo account

Boato... col gusto del tradimento

Ed il tutto
scoppiò dal nulla
con il fragor
di mille tuoni.

Le tue unghie
nella carne,
solo sangue
sul corpo pulsante.

Ho tradito lei,
tutto me stesso,
la mia anima,
ho provato sapore.

Il gusto
del reale presente,
inventato prima
da mille sogni sparsi.

Vergogna,
paura, rabbia, fuoco.
Il peccato!
Che notte lasciva..

Ero, ora sono,
come non sarò più,
Vita... sai, tanto
non ti avevo amata mai!

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • nadia il 25/05/2012 12:33
    Non capisco il verso finale..
  • mary il 25/05/2012 09:34
    Il gusto
    del reale presente inventato prima
    da mille sogni sparsi

    bella.. bella
  • Auro Lezzi il 25/05/2012 09:00
    Non prendetela come un apologia del tradimento.. Ma solo come qualcosa che può capitare a chiunque... Mai scappare dalle realtà della vita... Meglio affrontarle senza inutili condizionamenti moralistici

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0