accedi   |   crea nuovo account

Ecco a sera

Ecco a sera
improbabile fissità delle piante
un momento di minuti in cui
uccelli assopiscono il verso,
un tremulo pigolio tra i rami.

Il fogliame si fa greve di un verde non suo
per la linfa che lenta scorre
a piccole bolle
nelle vene degli alberi.

Sento il pensiero per te
salirmi dal fondo della terra.

 

6
9 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Lavinia Pini il 17/07/2012 14:53
    Suggestiva, veramente.
    Profonde emozioni dell'animo, e una chiusa eccezionale, sono d'accordo con gli altri.
    Molto bella, apprezzatissime le metafore legate alla natura!
    L'ho letta con piacere e complicità di sensazioni.
    I miei più vivi e sinceri complimenti Mariateresa!
  • salvatore maurici il 04/06/2012 23:02
    Tra il giorno e la notte, il tempo che non e' tempo, qualcosa che ancora non ha fisionomia certa eppure sappiamo che sta per arrivare; la sera! "e la linfa che lenta scorre/a piccole bolle". L'inquietudine che viene fuori, lentamente mentre il pigolio degli uccelli si va spegnendo. Arrivano i pensieri con le prime ombre della notte ed allora sara' dura riconquistare il meritato riposo. Brava Maria Teresa!
  • STEFANO ROSSI il 27/05/2012 23:16
    ottima mariateresa, il calar della sera il momento che preferisco, e come dice la unica Alda Merini i poeti lavorano di notte... un abbraccio...
  • rosaria esposito il 26/05/2012 21:31
    il calar della sera è il momento magico in cui anche l'anima non può più mentire
  • Anonimo il 26/05/2012 20:44
    molto ispirata dalla natura... Mi piace!

9 commenti:

  • Anonimo il 21/06/2012 12:57
    Una meravigliosa chiusa che rappresenta, a mio avviso, il motore di tutta la lirica. Un testo malinconico ma, indubbiamente, pieno di intensità emozionale. Letta con piacere e gradita per stesura. Ti auguro di trascorrere una lieta giornata
  • Anonimo il 31/05/2012 17:15
    Più la natura si fa silenziosa per la sera che porta riposo e più prepotente ed impetuoso arrva quel pensiero d'amore che si scopre... mai cancellato del tutto! Nè stelle né luna a guardarti e a sentirti... sempre particolari ed unici i tuoi versi. Splendida!
  • mauri huis il 29/05/2012 17:20
    Ottima chiusa per una metafora originale e suggestiva. Gracias!
  • sergio il 29/05/2012 02:25
    bella e apprezzata.
  • vincent corbo il 28/05/2012 14:13
    Un momento di stasi, catturato con abile destrezza, forse un'altra dimensione, fuori dal tempo.
  • Anonimo il 27/05/2012 21:47
    versi che fanno riflettere... profondi come radici... metafore molto belle complimenti...
  • Anonimo il 27/05/2012 12:12
    molto belle queste immagini ci trovo del sublime anche quando alla fine dici"Sento il pensiero per te/salirmi dal fondo della terra."
    Ciao cara Morry
  • Gianni Spadavecchia il 27/05/2012 10:13
    Bei versi, che si intrecciano tra i rami degli alberi e i pensieri mai andati via.
  • Anonimo il 27/05/2012 01:23
    Niente male come immagini... una sera verde e trasparente. Liquida.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0