accedi   |   crea nuovo account

Il tuttologo

Io, ho sperato tropo d'esser tutto
io poeta, musico, politico,
vaghe ambizioni di un critico
che nel mondo vuol togliere il lutto.

Probabilmente, da buon tuttologo,
incapace di trovare un'arte,
son pessimo nel giocar le mie carte,
son incapace nel mio monologo.

Urlo le nozioni senza sapere,
io sono ignorante per gli ignoranti,
io sono infantile per gli infanti.

Son esperto nell'arte d'inganno
io, abile mentitore di strada
affogherò dentro ad un affanno.

 

2
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 27/05/2012 14:40
    Un mirabile sonetto col senno di un tuttologo...
    BRAVO ANDREA... CIAOOO!!!

5 commenti:

  • Anonimo il 27/05/2012 14:11
    ... Però, per essere un aspirante tuttologo, mi sembri anche molto umile nel fare autoanalisi. Ed è questo di te che mi ha coinvolto maggiormente. Grazie per l'arricchimento, non solo poetico.
  • Nicola Lo Conte il 27/05/2012 13:06
    Ezio, Carla è molto buona con me! Io non trovo... semplicemente cerco... poi arriva ciò che deve!
    Non ho certo la presunzione di capire, visto anche il limite dei nostri piccoli e limitatissimi sensi fisici, tuttavia chi ha dentro di se un simile tarlo, non può fermarsi e continuerà a cercare per tutta la vita.
  • Ezio Grieco il 27/05/2012 12:46
    ... e le trova Nicola?
    .. i vecchi saggi dicevano: chi è tutto, è niente.
    Comunque, piaciuta molto.
    cl
  • Anonimo il 27/05/2012 11:52
    ha ragione nicola non ti accontenti di pco... ma poco su tutto... molto apprezzata andrea bravo
  • Nicola Lo Conte il 27/05/2012 11:40
    Beh, il tuttologo è solo uno che cerca la verità e le risposte... e poiché sono tante, non può accontentarsi di una sola arte!
    Ciao, Collega