accedi   |   crea nuovo account

Ad una mite corrente

Cosa accadrebbe...
Non dirmelo, ancora...
Se in questa selva oscura
io mi perdessi,
non avrei che me stessa,
ed il mio Cuore.

Ritorni il tempo dell'auspice.
Altro non ebbi che la ninfa Esperia
e il suo giocondo canto.

Ritorni in auge
e la divina essenza
del fiordaliso.

Portami al mare...
Coglierò nel grido
l'onda fuggente
di colei al vento,
lasciò l'ultima voce.

Portami all'ombra
del ginepro,
e dirò di quel sogno.

Non congedarmi
prospera corrente,
conducimi agli Elisei.

Lasci che io trovi il mare,
le gemme di salsedine,
il cristallo della
Divina essenza
dei Padri.

Portami là,
tra le vetuste sponde,
ove ritrovi nell'incanto il sogno
di un'ora piena.
Oh le mie stanze, splendono
nel giorno!
C'è un sole antico.

Lascia ch'io torni.
Resti la fragranza
di parole e pensieri.

Non congedarmi,
prospera corrente.
Ritorni nel respiro dell'arancio,
il fior di loto
fresco di sorgente.
Sei il sibilo di un onda,
l'acre Essenza
dell'Ellesponto.

 

6
5 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 17/06/2012 12:01
    Con delicata e romantica maestria, l'autrice canta i suoi versi elogiando UNA MITE CORRENTE di pace che possa continuare a scorrere, senza interruzioni alcune, nell'esistenza umana, creando, nel cuore della gente, un solco ininterrotto di speranza su questo valore inestimabile ed importantissimo, chiamato, appunto, pace. Un testo davvero positivo e ben augurante, per il suo contenuto. Sinceramente apprezzato molto, anche nella stesura. Complimenti!
  • Anonimo il 27/05/2012 21:12
    Versi bellissimi ed intensi... piaciuta molto complimenti!!!

5 commenti:

  • Anonimo il 27/05/2012 21:07
    che dire giusy incantevole lirica degna di una poetessa... brava un abbraccio forte...
  • loretta margherita citarei il 27/05/2012 20:17
    meravigliosamente bella giusy
  • Attanasio D'Agostino il 27/05/2012 19:45
    bellissimi versi... in un profondo viaggio un caro saluto Lucia e Tanà
  • Giuseppina Iannello il 27/05/2012 18:35
    Grazie di avermi fatto notare la svista.
  • Ugo Mastrogiovanni il 27/05/2012 18:30
    Un viaggio da sogno, un volo tra giardini incantati, venti e onde carezzevoli, un ritorno alle radici, in cerca della propria identità; di quella sostanza che spesso piacevolmente si perde. Il verso, dai delicati toni neoclassici, scorre armonico, leggero e attraente.
    Attenzione a quel "il auge"

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0