PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Che non capisco perchè

Stella che silenziosa lontana anni luce illumini
con la tua forza, questo firmamento
che non capisco perchè si dica firmamento

lo chiamerei stelle insieme a dar luce.
Tu che ti osservo e rimango stupito e instupidito
da cotanta bellezza e mistero, che dona il cielo.

Che non capisco perchè chiamarla bellezza,
piuttosto lucentezza.
Che mi lasci senza fiato, steso su un prato

e ti osservo cadere, finchè a pochi metri, in pieno,
prendi e prende fuoco il palazzo vicino.
E meno male era quello del vicino... che se era il mio

sai che casino? Per fortuna nessun morto, è ferito,
meno che tu, portata via nell'ambulanzona delle stelle
a sirene spiegate. Ma cosa spiegan queste sirene?

Se non l'immenso dolore che profondamente si prova
nel veder di nuovo il cielo ferito, dalla scia
di un aereo da guerra. Che non capisco perchè

si definisca da guerra, e non da figli di un dio che non c'e'?
Come assente il pilota su un aereo ultra moderno
che semina terrore e accidenti a loro che l'hanno prodotto.

 

2
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • STEFANO ROSSI il 01/06/2012 15:57
    grande Raffa!!!! molto apprezzata

2 commenti:

  • Anonimo il 30/05/2012 21:15
    raf unico... solo ed unico poeta originale, ma poi perchè si dice originale... andrebbe bene iniziale... che scrivere poesie che io trovo estremamente belle... un bacione caro amico a prestissimooooooooo... domani va bene????
  • Grazia Denaro il 29/05/2012 10:00
    Una poesia che mette i puntini sulle i e sul concepire le parole che a volte non aderiscono assolutamente al nostro sentire. Purtroppo nella vita ci sono tante di quelle cose che non vanno e per forza di cose che non dipendono da noi, le dobbiamo subire, apprezzata poesia!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0