accedi   |   crea nuovo account

Dove sei?

Dove sei, Angelo?

Si scuote la Terra
è terrore
pianto
per distruzione
per morte.

Servirà pregare?

Dimmi le parole
giuste
che plachino
la furia
rinnovando il patto.

Stammi vicino, Angelo!

Mi serve la tua forza
che mi sostenga
a ridarmi Fede
quella smarrita
del peccatore.

 

3
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 13/06/2012 21:15
    Un testo intenso e colmo di pathos in cui l'autore esprime i propri legittimi dubbi sulla presenza costante dell'Angelo, che pare non ascoltare più alcun tipo di preghiera. Si avverte, leggendo, lo scoramento del poeta che, pieno di amarezza e dolore, pare non trovare più alcun conforto, neppure nella Fede. Non resta che attendere il passare del critico momento poichè, dopo la pioggia, giungerà sempre la luce del Sole ad illuminare il volto umano. Molto bella, apprezzata e condivisa.
  • Rocco Michele LETTINI il 29/05/2012 16:41
    Dove sei Angelo?... Più volte me lo sono posto anch'io tal interrogativo... Riflessione condivisibile la Tua...
    BRAVO MICHELE... CIAOOO!!!
  • Andrea Pezzotta il 29/05/2012 14:47
    Meravigliosa, una poesia intensa che arriva subito all'anima del lettore

2 commenti:

  • silvana capelli il 09/08/2012 14:28
    Concordo con Arcangelo, lo sconforto umano è legittimo, ma LUI, è sempre vicino e ti ridona l'energia per continuare il cammino.
    NON arrenderti. Un caro saluto, Ciao!
  • loretta margherita citarei il 29/05/2012 15:11
    una bellissima poesia, complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0