PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Pensando al terremoto Baal

Cosa ci sia sotto di noi,
quale Baal, non sappiamo.
Già ci preoccupano le radici
troppo profonde dei faggi
nel viale, appena affiorate.
E ci fermiamo ai cantieri per spiare
fondamenta in costruzione
di massicci grattacieli.
Ma davvero scavano così profondo
per reggere audaci dieci piani?
Invece Baal è più sotto.
Acquattato nelle ere geologiche
dove metano e magma
e metallo liquido
si sono stesi e compatti
a carcasse di dinosauri
e di velociraptor.
Baal ha ingoiato anche vecchie
tombe druide nella torba.
Ha fatto brillare di dolòmia
le cime ancora fluide dei Cadini.

Se Baal si sveglia
apre fessure zigzag
scuote la terra con il groppone crestuto
batte gli zoccoli fessi
e delle nostre case fa scintille.

I nostri moderni metrò
nemmeno lo graffiano
a Baal...

 

l'autore mariateresa morry ha riportato queste note sull'opera

I Cadini, per chi non lo sapesse, è una catena montuosa delle Dolomiti..


3
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • roberto caterina il 30/05/2012 18:10
    L'idea di una mostruosa forza della natura conferisce al terremoto un'aura di ineluttabilità che in parte è vera, in parte serve a ricordarci che non si può presuntuosamente sfidare la natura.. Apprezzata..

4 commenti:

  • Anonimo il 31/05/2012 21:15
    trovo magistrale il tuo modo di scrivere...
  • vincent corbo il 31/05/2012 15:44
    Sinceramente a me questo Baal fa paura, mi fa riflettere su quanto siamo piccolini e indifesi contro le forze della natura. Però sono convinto che la superbia umana possa far arrabbiare ancora di più questo demone. Voglio dire, l'uomo non fa nulla per placare le energie negative nascoste nel sottosuolo. Forse dovrebbe essere più umile.
  • mariateresa morry il 30/05/2012 17:13
    Sinceramente nn volevo essere divertente, ma significare come non possiamo nemmeno lontanamente immaginare quale forza oscura abbiamo sotto ai nostri piedi... l'idea del terremoto- mostro mi sembra adatta a personificare una forza mortale ed oscura...
  • senzamaninbicicletta il 30/05/2012 15:39
    molto bella e anche divertente a tratti (se non fosse per ciò che sta accadendo). Brava Morry sempre originale

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0