accedi   |   crea nuovo account

La malattia del mondo

Sai il mondo non sta bene, l'ho capito quando quel passerotto
volava sotto la pioggia insistente senza cercare riparo
come a volersi ripulire da qualcosa che nemmeno
un diluvio potrebbe cancellare...
... l'ho sentito dalle labbra serrate di un bambino che
la vita ha privato della sua infanzia mostrandogli
troppo presto cos'e' un adulto...
... l'ho letto tra le pagine bianche di un libro ancora da scrivere,
credimi nessuno riempira' mai quelle pagine perche' nessuno
e' in grado di leggerle!
... l'ho sentito nel grido silenzioso di tutti quei volti
sconosciuti che vedo nei tg... sapessi che urla di disperazione
ho udito nel loro silenzio! la disperata consapevolezza
di un destino inevitabile...
Il mondo non sta bene e noi siamo tutti troppo presi
per capire quanto.
La nostra vita e' il nostro piccolo universo che nessuno
deve invadere e che cosi riusciamo a mantenere integro...
se non mi tocchi tutto va bene!
E se un giorno il passerotto bagnato riuscisse ad entrare,
sentissimo le labbra serrate urlare ed i volti angosciati
spiare la nostra tranquillita'...
non crollerebbe il nostro piccolo mondo?

 

5
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 16/06/2012 20:26
    il piccolo Mondo deve crollare, assolutamente (come l'euro):

    creerà un enorme confusione, ma nel frattempo porterà nuovo ossigeno, nuove regole ed interelazioni. Mi piace questo racconto! Brava
  • Rocco Michele LETTINI il 30/05/2012 19:15
    La malattia del mondo è... il non crederci...
    "L'ho"... un messaggio di cui tanti scansano la lettura...
    Un profondo verseggiato... effluvio di un cuore pulito...
    BRAVA ALESSANDRA... CIAOOO!!!

3 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 08/06/2012 16:16
    Toccante.. Versi crudi, duri e veri.. Il mondo non sta bene.
  • karen tognini il 07/06/2012 10:19
    Molto bella.. condivido ogni tuo verso.. siamo troppo presi dal nostro piccolo mondo... e non vediamo.. oppur ancora peggio vediamo che tutto sta finendo in malora... rimanendo impassibili...
  • Anonimo il 30/05/2012 21:20
    questa è una poesia-racconto che vedo bene come pubblicità in tv, per far riflettere chi non si ferma mai a pensare, chi non tende mai una mano verso gli altri, chi se ne strafotte di tutto e tutti...è una riflessione che quasi fa piangere dalla rabbia, mi hai emozionato

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0