accedi   |   crea nuovo account

Giorni

La notte cercava
il vento
in un ritmo
frenetico.
Il buio nel vicolo interno
il tuo coraggio nel mio cuore
e le parole di un amico lontano
risuonano armoniosamente.
Tocchi le mie mani
guardi i miei occhi
ascolti la mia voce
come dopo un agguato
ti stendi sul letto
e ripensi.
Sono giorni cupi come
gli anni incomprensibili.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 01/06/2012 15:35
    Mi piace molto. Molto bello l'incipit e bella anche la chiusa.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0