PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Polvere nei cassetti

Ed il mondo gira ancora;
corre via con la solita fretta;
scalzo,
deciso.
È contrito forse,
addolorato,
sinceramente pentito magari,
ma và senza lasciarsi tentare,
con una punta di vergogna
ma senza rallentare.
Di continuo, io non posso,
calpestare persone e desideri,
rimpianti ed inutili vittorie.
Spade di sabbia si incastrano
tra gli ingranaggi del tramonto.
Mi fermo e riparto.
Sono il singhiozzo di un ubriaco!
In questa notte senza pace
sul prato, vaghi,
a rincorrere i ricordi,
come scariche lucciole abbandonate in tangenziale;
a guardare la mia stessa Luna d'inchiostro,
a cercare ossi di pesca per leggere la fortuna.
Le mie parole saranno archi dorati
per portarti da me.
Ti rigiri in un sonno di caucciù
con le labbra tremolanti di un canto senza voce.
Ti bacio e scivolo nel tuo respiro
lungo la piega dell'orizzonte,
sulla gobba di questi giorni.
Come polvere nei cassetti
sei leggera,
impalpabile,
nuda.
Invisibile, il cielo,
si tinge del tuo colore
e del profumo dei tuoi sogni.
Dalla ringhiera delle ciglia umide
cado nella fiamma verde dei tuoi occhi,
un fuoco gelido,
brucia come lava raccolta dal petto della terra,
mi consuma;
e cenere ballo col vento
a rincorrere il limitare del tuo sorriso
per posarmi tra i cassetti dove tenero
si affanna il tuo cuore.

 

2
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raggio Di Luna il 03/06/2012 16:15
    Un amore perduto, o forse solo lontano, guarda coi suoi occhi verdi la tua stessa luna alta nel cielo. Il sussurro delle tue parole, come il filo di Arianna, disegna la strada per il suo ritorno. E intorno a tutto questo il mondo procede, con la solita noncuranza... Bellissima.

2 commenti:

  • Anonimo il 23/06/2012 17:28
    si trascinano questi amori come palle di piombo agganciate alle caviglie. Ogni passo è uno sforzo estremo verso la libertà! Una liberta che forse non si conquista mai perchè sfiancati dalla fatica di andare avanti ci arrendiamo ad un altro amore
  • loretta margherita citarei il 01/06/2012 20:47
    molto apprezzata complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0