accedi   |   crea nuovo account

Se

Carezza di seta freme la mano
il sibilo del vento... tace
l'insopportabile pace
lieve m'accarezzi
il viso di un tempo
notte di grilli quei forse
sospesi nel respiro
qui sulla terra e oltre
fotografie recenti soffiano
i venti alisei sulla lava
tendo le mani
verso la coltre
quando l'amore perde,
un rubinetto parla
ma non parlarmi di stelle
amalgamando sogni
stanotte spira un certo
leggero vento gelido inverno,
circondi la mia mente
onde di mare grosso in pieno sarà
... sono diventato invisibile
sono chiuso fra queste quattro mura
una di troppo o forse no
non troverò altra stella
del cuore
non mi bastano attimi
ritagliati dal giorno
calda la mano, forte e gentile
ai limiti dell'umano
espando l'anima e
dolce rugiada si spande...
sto cercando una poesia
che mi liberi che m'incateni
ti osservo...
con amore...
mentre lo zoccolare zoppo
dei dubbi trotta la mente
tra pochi pensieri
v'è nel vento il cammino del possibile
... se.

 

1
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0