username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Lei e lui

per lungo tempo
lei,
perdutamente innamorata,
soffrì per lui
atroce tormento.

Teneramente
lo desiderava,
morder voleva
le sue labbra
con ardenti baci,

placare l'arsura
e la fame
tra le sue braccia,
perdersi con lui
in attimi di passione.

Egli,
sapendola invaghita,
pur compiacendosi
come il pavone a mostrar
la ruota,

con cuore crudele
di quel sentimento
gioco si fece,
facendole soffrire
di Tantalo il martirio.

Fin quando
offesa nel profondo,
lei riacquistò la ragione
e di lui nulla più
volle sapere.

Ma Eros, dispettoso Dio,
forse
per dar a lui giusta punizione,

(o forse, come il detto dice,
che chi disprezza
alfin poi compra)

scoccò la freccia
mettendogli la nostalgia di lei
nel petto.

Ora è lui
a vagar come un matto
sotto la sua finestra
che lei ben chiusa tiene,
è lui a struggersi d'amore.

Ma ella
non vuol sentir ragione,
grave fu l'offesa
e la delusione,
verso altri uomini
volge attenzione.

 

5
8 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 13/10/2015 08:19
    apprezzata... complimenti.
  • rossella loconte il 04/06/2012 08:52
    Giustizia divina, mi verrebbe da dire, splendida lirica versi che alla fine hanno portato un sorriso sulle mie labbra dovuto alla cosiddetta solidarietà femminile. così dovrebbe essere...(ma ti sembrerò contraddittoria.. da valere anche al contrario!!!)
  • Raffaele De Masi il 04/06/2012 00:28
    Una poesia, una storia d'amore a tutti gli effetti. Una favola adulta con una morale comune e per niente santa.
    L'amore è uno scambio di ustioni, bisogna solo stare attenti a non raggiungere il terzo grado.
    Mi piace, è piacevole alla lettura, scorre liscio.
    Mi ricordo di te, ho già visto il tuo nome dentro l'altro sito.
  • Rocco Michele LETTINI il 03/06/2012 19:16
    Lei e lui... una love story agli antipodi ricamata con filo spinato in un verseggio figlio del Tuo senno...
    ANCORA E PER SEMPRE... IPERLORETTA... CIAO
  • Centrone Stefano il 03/06/2012 18:44
    È una poesia la tua che mette in evidenza il fatto che l'amore non è un gioco.
    E chi gioca ha già perso e per sempre.
  • Grazia Denaro il 03/06/2012 17:48
    Chi la fa l'aspetti dice il proverbio. Prima ha patito lei le pene d'amore per lui, adesso la frittata si è rivoltata e toccherà a lui pagar pegno, ma non si sà cosa sortirà... Una bella poesia che induce a riflettere sui cambiamenti che ci apporta la vita, apprezzata!

8 commenti:

  • Vilma il 04/06/2012 10:07
    lirica molto apprezzata
  • Fabio Mancini il 04/06/2012 08:14
    Grande Lory! Così, si fa. Ci sono tanti uomini e la scelta non manca. Un saluto gentile, Fabio.
  • rosanna gazzaniga il 04/06/2012 00:28
    Originale lirica, con un finale graditissimo! ciao Loretta, sei bravissima!
  • viola il 03/06/2012 20:51
    A volte lasciamo che il treno passi ma poi quando ce ne rendiamo conto è troppo tardi e non ripassa più. Bei versi che spesso corrispondono a realtà. ciao
  • roberto caterina il 03/06/2012 20:48
    Nella vita tutto può cambiare e potrebbe perfino ricominciare il gioco che lei lo perdona e lui si allontana di nuovo.. Bella..
  • Anonimo il 03/06/2012 19:00
    Ammazza... complimenti! Una filastrocca fantastica! E molto vera... davvero simpatica!
  • ignazio de michele il 03/06/2012 18:40
    Preclara Autrice, dalla capacita estensoria non comune, avanzo alla S. V., deferenti Ossequi attesa la pregiata descrizione di uno stato d'animo comune a tanti... brava
  • anna rita pincopallo il 03/06/2012 18:08
    brava ora ha la giusta punizione condivisa e apprezzata

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0