PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Cortigiana

Come giovane cortigiana
cammini tra le rovine del castello
attraverso le sale sguarnite di tutto
osservando affreschi rovinati dal tempo.

Odi musica celestiale nel cuore
voglia di danzare di respirare
voci da salotti ovattati
risa pianti.

Poggi la mano sul muro viaggi rapita
quante anime sono passate da quei luoghi
vite vissute
di un passato lontano.

Quanto potrebbero narrarci le pietre del nostro mondo
basta toccarle
farsi attraversare
per sentire il loro richiamo.

 

2
3 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Sergio Basciu il 17/04/2014 06:10
    Molto bella e magica... entrare in mondi passati al solo tocco degli oggetti appartenuti a altra epoca... l'idea che le fredde pietre di un maniero in rovina si rivelino materia calda che conserva suoni, voci, sospiri, emozioni, è semplicemente fantastica, superlativa... mi piace
  • Auro Lezzi il 06/06/2012 09:35
    Ma ci vuole quel cuore li...-.
  • senzamaninbicicletta il 04/06/2012 22:50
    Una introspezione molto leggera ma nello stesso tempo anche profonda e con i significato. Più che una cortigiana ci vedo una castellana che gira per le stanze del suo castello di ricordi ed emozioni. una gran bella poesia brava

3 commenti:

  • Anonimo il 26/09/2012 14:25
    sapessi quante volte ho sentito quelle voci, quelle risate, quei sussulti da cortigiana... quegli occhi misteriosi nascosti dietro improbabili maschere come quelle di carnevale... parrucche, tacchi, persino l'odore del vino... e pensa che, non era un sogno... molto molto bella
  • stella luce il 17/06/2012 08:43
    grazie a tutti... io Giacomo credo che anche gli esseri non viventi abbiamo una loro memoria, basta solo essere in grando di saperla cogliere...
  • Anonimo il 09/06/2012 13:30
    Mi hai ricordato Carl Gustav Jung... lui diceva che anche le pietre hanno un'anima. ciaociao... piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0