accedi   |   crea nuovo account

Viaggio al termine della notte

Al termine della notte
non ho trovato luce
che illuminasse
i miei occhi

Solo i segni sulla pietra
di chi è stato
e chi sarà

sembrano accanirsi
con unghie di gatto
sulla ruvida trama.

 

l'autore vincent corbo ha riportato queste note sull'opera

Il titolo è stato preso in prestito dal libro di Céline.


5
7 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 26/12/2013 11:21
    Rende pienamente l'atmosfera dell'immortale romanzo di Celine. Complimenti.
  • Ezio Grieco il 05/06/2012 16:54
    .. significative metafore.
    Storia di vita, vissuta giorno dopo giorno...
    cl

7 commenti:

  • Anonimo il 27/12/2013 10:01
    D'accordo con Salvatore: quei graffi bisogna cercare, senza mai stancarsi, d'interpretarli. Nulla nella vita -dopo l'amore, certo- è più utile a volte di certi graffi che colpiscono la nostra coscienza! Anzi, anche quelli possono far parte dell'amore. Forte, severo, proprio per il bene degli altri, oltre che di sé stessi.
  • vincent corbo il 26/12/2013 11:46
    Correggo: "letto" e non "letta".
  • vincent corbo il 26/12/2013 11:43
    Grazie per averla letta.
  • rosanna erre il 01/07/2012 00:06
    ciao Vi
    questa è la mia preferita delle tue ultimissime...
    si sente il baccano inquietante di quelle unghie!
    poi sai no... c'è anche la canzone dei Doors "the end of the night"
    ad un cero punto dice -qualcuno è nato per una notte senza fine-
    io mi sono attrezzata con una torcia a forma di maialino che si carica manualmente senza bisogno di pile, casomai te la posso prestare per qualche giorno... ops: per qualche notte!
  • tylith il 06/06/2012 12:50
    Poesia primordiale, primitiva, molti sono gli elementi che mi riportano in epoche lontane. Il buoio che quando scendeva avvolgeva tutto perchè solo la luna era la luce; i segni sulla pietra di chi è stato e sarà e i graffi che gli uomini cercano di lasciare mettendo un loro segno che, si spera, rimanga! Avrei bisogno di una strofa in più però per completare le emozioni evocate!
  • - Giama - il 05/06/2012 13:08
    trovo fortissimo il verso dei segni sulla pietra, poesia molto bella.
    complimenti Vince!

    ciao ciao
  • Anonimo il 05/06/2012 12:15
    Io direi di ricominciare da capo, magari tra un graffio e l'altro, prima o poi, verrà fuori qualcosa!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0