username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La riva il mare

.. Non so dove mi trovo, non sento niente,
vedo solo brillare la luce delle stelle.

Cerco di capire come sempre ho fatto ma..
questa volta non percepisco nulla.
Non sò chi, come, perchè, sò solo che
ad un passo da me lei e lui, la riva il mare.

Provo a muovermi ma non posso, i piedi son
legati, i polsi baciati l'uno con l'altro,
col pensiero giro i miei occhi cercando di
sposarmi col colore della spiaggia, ma tutto
è inutile è tutto buio, sento che stò perdendo
sangue dal mio viso, mio dio! ma cosè tutto questo?
Cosa mi stà succedendo? Chi perchè non devo sapere,
chi sei tu, perchè mi hai portato qui?

Non sento niente, il mio suono si perde nel fondo
del mare, come un bimbo provo col ricatto del pianto,
niente, non succede nulla, non so nemmeno che ora è,
sembra quasi che.. che questa notte cosi nascosta,
è come se vorrebbe dirmi che son solo dentro un sogno.

Provo ancora una volta a riorganizzare tutti i pensieri,
non voglio lasciare sola questa riva, non ci credo che tutto
questo è irreale, chiedo aiuto all'unico chiaro che sento
che mi stà osservando, fermo come un sasso libero il mio
canto, ma.. ecco che puntualmente come nella realtà,
un'onda tagliente come lama di un rasoio, mi toglie pure
l'ultima luce.

Non so dove mi trovo, non vedo più niente,
sento solo il battito del mio respiro,
son solo io lei e lui, sento che... mio dio!
Ho il corpo tutto sporco di sangue,
sono solo, solo dentro un sogno.

 

9
9 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • rosanna gazzaniga il 12/06/2012 10:30
    Guardare impotenti la vita che scorre, portando via tutta la nostra energia... Un sogno che fa sentire quanto grande è il buio che nella realtà ci circonda! Bellissima e profonda!

9 commenti:

  • tylith il 12/06/2012 14:37
    Leggendola ho provato anche la sensazione di qualcosa di più di un sogno o di un incubo. Il ritrovarsi da solo sotto le macerie, fermo, bloccato con i polsi come se fossero legati in un lungo bacio. Il non riuscire a chiedere aiuto, il non riuscire nè a parlare nè a piangere. Un lasciarsi cogliere dalla fine, agghiacciante descrizione di una inevitabile fine scritta in maniera magistrale!
  • Grazia Denaro il 11/06/2012 23:03
    È stato un sogno oppure un incubo? Dalla tua descrizione mi sembra più un incubo tremendo. Nei sogni si rispecchia spesso la vita che si vive in quel momento, meno male che è stato un incubo, altrimenti con tutto quel sangue addosso, avresti potuto morire dissanguato. un caro saluto Denny!
  • Anonimo il 10/06/2012 12:34
    un incubo... un sogno... che a volte dà posto alla realtà... che ti fa vedere la tua immagine allo specchio... quella vera.. deve essere tremendo essere consapevole e vedersi dal di fuori... unico caro amicoDenny unico un bacione edun abbraccio... complimenti di cuore...
  • Vincenzo Capitanucci il 09/06/2012 15:07
    cercando di sposarmi nel buio con il colore della spiaggia...

    Bellissima Denny... Lei e Lui... dentro un sogno..
  • Anonimo il 09/06/2012 12:18
    Un incubo che poi rispecchia la realtà che viviamo. Ci sentiamo legati, colpiti nei nostri principi, violentati nella nostra identità, ci assassinano continuamente e il nostro sangue cola dappertutto. Loro lo sanno, ma invece di aiutarci a venirne fuori, ci tolgono anche la minima possibilità per farlo.
    Siamo in piena crisi d'identità, siamo soli come in un sogno, ma è la realtà.
    E allora caro Denny, per svegliarci da questa realtà, tocca seguire il tuo saggio consiglio: Bere tanti caffè e stare sempre all'erta con gli occhi aperti e a cazzo dritto, come dicono a Roma, per cercare di non farci imbrogliare.
    Bravissimo Denny, molto bella e piaciutissima!
  • Salvatore Ferranti il 09/06/2012 11:48
    una poesia che mi ha affascinato... davvero molto intensa e profonda.
    bravissimo
  • Teresa Tripodi il 09/06/2012 11:29
    ... se non ti svegli solo ti faccio un gavettone... e vedi come ti drizzi tipo palo... che incubo Denny... dai su che l'inquietudine del mare ti regalerà un bel sogno con sapore di sole e sale... Ciaoooooooooooooooooooo
  • stella luce il 09/06/2012 09:48
    un sogno particolarmente intenso... direi quansi un incubo, ma bello leggerlo e farsi rapire dal tuo raccontare...
  • karen tognini il 09/06/2012 09:21
    Solo dentro un incubo... Denny meravigliosa.. scritta benissimo...
    ma inquietante... speriamo domani sera tu dorma più serenamente... Non sento niente, il mio suono si perde nel fondo
    del mare, come un bimbo provo col ricatto del pianto,
    niente, non succede nulla, non so nemmeno che ora è,
    sembra quasi che.. che questa notte cosi nascosta,
    è come se vorrebbe dirmi che son solo dentro un sogno.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0