PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Non vado andando

è vero i pensieri mordono le caviglie
nel vuoto della testa non resistono a lungo in disparte
ma è nel merito che non risolvono
mangiare o digiunare ancora
dipende da un piccolo stimolo che nasce dal baule dei pensieri
ecco per un istante
seduto senza macchia
figlio di niente
destinatario del tornare
obiettivo mancato e centrato in pieno
è come chiedersi dove si trovasse il vento prima di affacciarsi
non tento oltre
rumori e suoni mi sono amici.

 

1
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0