accedi   |   crea nuovo account

Non parlatemi d'ali

Come posso io capire
l'ansia della pioggia
di scendere dal cielo
per gettarsi nelle fogne
tra sbaffi d'escrementi,
io che apro ombrelli
dentro la mia casa
priva di finestre,
e lampadari.
La memoria dell'acqua
riempie gli oceani,
ma dissecca la mia fonte.
Io sono una pietra
non parlatemi d'ali.

 

9
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • augusto villa il 06/07/2012 11:59
    Beh... mi pare che la pietra sappia volare anche senza ali...
    Proprio una bella poesia,
    Complimenti!!! -----------
  • stella luce il 16/06/2012 07:17
    davvero molto bella... ma anche la pietra se ben usata è capace di opporsi all'acqua...
  • mariateresa morry il 13/06/2012 21:46
    Molto intesa e carica di presagi, questa tua poesia. Però lasciami dire che l'acqua alliscia la pietra, la rende lucida e forse la fa anche sorridere, dandole luce.
  • loretta margherita citarei il 10/06/2012 21:02
    concordo col commento di roberto
  • roberto caterina il 10/06/2012 18:56
    L'idea, il contrasto pietra-ali svelato solo alla fine mi piace..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0