accedi   |   crea nuovo account

Il respiro del mare

La pace su quegli scogli,
il volo tormentato
di mille gabbiani.
Lo sgomento primitivo
dell'immenso,
l'istinto di libertà
riscoperto vergine
sommersero nostalgie e speranze.

Un pescatore ruppe il silenzio.
Mi spiegò che la conchiglia
canta perchè è viva,
e piange il mare che ha perduto.

Poi tornò alla sua smorfia.
Io ad ascoltare
il respiro del mare.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • fabio demis piccione il 31/07/2010 10:31
    Il mare è come un immenso spirito, e saperlo ascoltare, capirlo, apre in noi gli occhi verso qualcosa di grande... bella!!!!
  • Gaspare Michele Leonardi il 13/06/2010 12:57
    Beati coloro che ancora riescono a sentire il canto del mare!
  • maria teresa di donato il 02/04/2008 21:44
    semplice e bellissima.
  • Maria Lupo il 01/10/2007 01:07
    Molto suggestiva e... di ampio respiro, se mi si consente il gioco di parole. C'è la capacità di racchiudere in pochi versi qualcosa che non è solo una sensazione ma una situazione esistenziale
  • luigi deluca il 04/08/2007 19:56
    Quanta pace e malinconica rilassatezza, il silenzio della sera rotto dallo sciabordio delle acque, in un andirivieni eterno, naturale, dolce;tanto che la nostalgia non è nemmeno più dolorosa! very good! gigi
  • sara rota il 02/07/2007 08:02
    Mi è piaciuta molto la strofa centrale, dove la conchiglia gioisce perchè vive ed il mare ha perso un suo "abitante" per sempre... Toccante nella sua semplicità. Meriti un bell'8.
  • augusto villa il 01/07/2007 15:14
    Nella sua semplicità la trovo veramente carina... Bravo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0