username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Quel che rimane

Ecco cosa rimane
Minuti interminabili, spazi arruffati
tra i capelli
Rimane la sangria, il suo sapore
ermetico
In un gioco di cristalli creato come
un castigo

Rimane un vestito appeso
E le poche cose restituite
in un sacco.

 

5
6 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 11/06/2012 13:22
    Cosa rimane della nostra Festa... Bellissima Vincenzo...
  • Andrea Pezzotta il 11/06/2012 12:51
    Restsano solo un mucchio di ricordi e un sacco di cose restituite.. mi piace moltissimo!

6 commenti:

  • Anonimo il 12/06/2012 08:58
    dai questa poesia è molto maledetta! E direi anche molto elettrica... di un po', mica mi vorrai diventare anche tu un nuovo Verlaine?!
  • - Giama - il 11/06/2012 14:31
    lasci tutti sospesi, anzi appesi, come quell'abito, al dubbio di cosa possa esserci dentro quel sacco...

    trovo notevole la costruzione della poesia:un susseguirsi di dettagli che creano la scena, quasi con un ritmo incalzante, in un'atmosfera velata di incognito...
    infine la chiusa che in realtà non termina, ma apre a nuove interpretazioni...

  • Anonimo il 11/06/2012 14:29
    Certo è poco se non c'è dell'altro che ci portiamo dentro! Bellissima Vincé!
  • rea pasquale il 11/06/2012 13:14
    "gioco di cristalli creato come un castigo".
    apprezzata molto
    Un saluto
  • Anonimo il 11/06/2012 12:23
    Bella. Quel che resta dell'amore o degli affetti perduti. Le poche cose restituite in un sacco o rimaste in un armadio evocano il dolore che col tempo farà parte dei ricordi... ciao
  • tylith il 11/06/2012 12:14
    Bellissimi versi in cui il Poeta rimane solo, abbandonato, è una donna a lasciarlo oppure è un'anima distratta che si era lasciata abbagliare da futili giochi di specchi e da respiri ermetici?. Bellissimi versi che si riescono ad indossare e il lettore, curioso, si mette a rovistare in quel sacchetto sperando di trovare ancora qualche altra parte di se!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0