accedi   |   crea nuovo account

Si Muove l'Amore in Una Unica Unicellulare Orbita Elettrizzante

Un molo
per passeggiare

sottobraccio

fra mani statiche di cielo e piedi in moto di mare

voli
di gabbiani evolutivi
sospesi
nell'azzurro unicellulare dell'aria

rinnovano
l'ebbrezza leggera di essere anche noi un unico elastico tirato in volo dalle maree del sole

una nave
in partenza
invita
al viaggio

libera
carichi di emozioni

albeggianti colori di aurei corpi
detenuti nelle stive di nudi sogni

salpano
fra frange
di scompigliate nubi
affacciandosi
sul viso di schiumose mimose

fiorite nella notte

oltre
l'orizzonte

i Tuoi occhi
abbracciano
brucianti salsedini
riflettendo
il tesoro di isole lontane

guance di sabbia
sensi
dalle orbite perdute

scavati

dai profumi esotici

di una lacrima elettrica

in balia del vento

 

4
5 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 16/06/2012 14:39
    Stile e forma sublime che incorniciano un contenuto bellissimo e puro.
  • cristiano comelli il 11/06/2012 19:22
    Magico ancora una volta, il nostro Vincenzo delle meraviglie. L'amore è avvinto da e in un'orbita elettrizzante e questo ci fa comprendere come esso emani un'ineffabile energia e possa darci al contempo un pieno di energia che ci consente di superare ogni finitudine. Con affetto e stima.
  • Rocco Michele LETTINI il 11/06/2012 15:42
    È il Tuo inimitabile verseggio... corredato da aurei tasselli...
    BRAVO VINCE'... CIAO
  • tylith il 11/06/2012 14:20
    Molte sono le immagini che mi hanno colpito più di tutte però quella in cui dici che il cielo ha mani statiche e il mare ha piedi in moto. Il cielo è sempre lì mentre il mare scapperebbe ovunque. Il molo e la nave che parte è uno scenario molto amato dai poeti, il molo simbolo di partenze qui diventa un trampolino di vita. Poesia talmente ricca di dettagli dove ogni parola richiama immagini su immagini. Davvero bella!

5 commenti:

  • denny red. il 12/06/2012 06:59
    È un bellinsieme di tutto Vince, come sempre hai dipinto immensamente il vento..
    Stupenda! Bei Versi!!! Sempre.. Bravissimo!!

  • Grazia Denaro il 11/06/2012 22:55
    Molto bella ed immensa, c'è di tutto, complimenti Vincenzo!
  • karen tognini il 11/06/2012 21:06
    Splendida Vince... versi esotici di ricordi lontani... guance di sabbia
    sensi
    dalle orbite perdute

    scavati

    dai profumi esotici

    di una lacrima elettrica

    in balia del vento
  • Andrea Pezzotta il 11/06/2012 18:48
    Ottimo come sempre, l'amore esplode con dolcezza in questi versi!
  • Anonimo il 11/06/2012 14:47
    L'amore muove in una mossa psichedelica, con mani statiche di cielo, e dà scacco, coi piedi in moto di mare, all'orbita elettrizzante.
    Poi carichiamo tutto in una stiva nuda e ci lanciamo oltre l'orizzonte, verso l'isola del tesoro, spiluccando le nostre lacrime elettriche in balia del vento!
    Molto bella Vincé, una poesia come solo tu sai fare!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0