PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Come per vendetta

Ieri sera finalmente, ho ripreso un libro in mano,
mi ha guardato e alla prima pagina c'era scritto
"era l'ora tu tornassi a leggere villano".

Ma poi il telefonino accanto e via col giochino
al che l'ho chiuso e posto un po' in malo modo
sullo stretto, vicino al letto, mio comodino.

Che alla seconda pagina le lettere sono uscite
dal libro e a carattere cubitali sulla parete
si sono stampate, hanno ucciso diverse zanzare

e il messaggio era diretto, schietto e vero:
UN ALTRA GIORNATA BUTTATA VIA, SENZA LA
COMPAGNIA DI UN AUTORE CHE TI PIACEVA.

Ma mi piace ancora, il libro è avvincente,
oddio ha sempre lo stesso stile, ma è un grande.
Al che le lettere si sono staccate dalla parete

come intonaco. Briciole di pane sul mio corpo nudo,
ognuna mi pizzicava come una zanzara.
Anzi eran proprio le zanzare all'attacco,
come per vendetta. Al mio stolto agire.

 

1
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0