accedi   |   crea nuovo account

Paura d'amarti

Melodie di violini e confuse campane
scalano le gambe e tremano.
Lenzuola sottomesse, mentre ti avvicini
e porti via la vita
le mie parole, le mie paure...
Dalle caviglie a dove chiama il cuore,
dov'è calore,
nelle mani placo il suo rumore.
Ti stringo a me...
L'orologio sul comò batte lento
e alla finestra macchiata di rossetto
il tempo aspetta, guarda...
e cantano i grilli e le falene e zanzare,
cantano le tue rose la nostra canzone...
Tutto aspetta.
E silenzio tra gli occhi,
silenzio tra le mani,
eterno silenzio ovunque
e nel cuore piove amore.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • giuseppe il 25/08/2012 22:32
    dal cosmo, tutta l'energia si ferma, negli occhi d'amore, luccicanti stelle, fiamme alla mente, linfa al cuore, un verso si ferma, sulla bocca d'armonia, è nasce poesia.
    bella è descrittiva luce di un romantico amore, piaciuta, un saluto
  • valeria raffa il 07/03/2009 10:42
    amare non è soffrie ma è viaggiare oltre i confini sperduti della vita
  • Salvatore Arianna il 31/08/2007 01:46
    non*
  • Salvatore Arianna il 28/08/2007 01:10
    Amando ciò che dovrebbe essere amato... ma l'amore è amore.
  • Salvatore Arianna il 28/08/2007 01:10
    Amando ciò che dovrebbe essere amato... ma l'amore è amore.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0