PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Uni-Verso

Improvvisamente una luce accecante
scaturir dal nulla
tutta m'assale
che smuover far dei visceri
e scuotere le membra.

La paura m'attanaglia
ma dall'abbagliante dimensione
una voce sale soave
a liberarmi dall'abissale angoscia.

Ed odo:

" IO sono la luce che al tuo cuore parla

IO sono la luce che dei tuoi pensieri è guida

IO sono lo strumento di Colui che t'ama

Io sono l'amico sincero che parla di te al Padre

Diamoci la mano
e insieme ascoltiamo
Diamoci la mano
per conoscere chi veramente siamo
DAMMI la mano che ci apparteniamo."

Ed io, timidamente risposi:

"Si, io ti dò la mano ma dimmi,
tu, chi sei? "

Risposemi :

IO sono Uni-Verso
l'angelo tuo custode
che nel tuo ego albergo
per amore
di nostro Signore.

 

1
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Eugenio Flajani Galli il 29/08/2014 19:18
    bella poesia: ha ritmo e descrive bene il rapporto tra uomo, Dio e universo

4 commenti:

  • Anonimo il 12/09/2009 11:55
    complimenti
  • aleks nightmare il 24/11/2008 12:17
    apocalittica!!! mi piace

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0