PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Dolce e malinconica

Come un albero
in una foresta rigogliosa

Come una granello di sabbia
sulle dune nel deserto

Come un fiocco di neve
in una tormenta

Come un uomo
tra la folla in uno stadio

La malinconica solitudine

Dove non occorre avere mille
se nessuno ti dona uno

Dove uno è pari a zero
se vuoto e bucato

Dove il buco ti fa affondare
se non sai nuotare

Dove se non nuoti
sei destinato a morire.

La dolce malinconica solitudine.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • cristiano comelli il 16/06/2012 12:45
    Giusto, solitudine dolce e malinconica, quasi un ossimoro. Ma deve sempre prevalere la dimensione di dolcezza che arricchisce e nobilità il tempo della solitudine rendendolo attivo, contro la malinconia che invece ne cancella la dignità e l'importanza per ritrovare noi stessi per sempre meglio ritrovarci negli altri.
  • Rocco Michele LETTINI il 16/06/2012 08:45
    Come un albero
    in una foresta rigogliosa...
    trasportato da cotanto verseggio...
    non t'ho donato una recensione... per questa Tua davvero sublime...
    SCUSAMI... STELLA!!!

11 commenti:

  • Anonimo il 22/06/2012 14:08
    Condividere è commozione, che sia con altri o con la propria anima perchè ci sentiamo da sempre separati, abbandonati, soli.
  • stella luce il 19/06/2012 11:31
    grzie a tutti per avermi letta... un abbraccio
  • leopoldo il 16/06/2012 23:34
    I Tuoi versi colpiscono sempre l'animo di chi li legge, non ti chiedo di essere più positiva, ma come il granello, il fiocco e l'uomo persi nella moltitudine, Sono.. Esistono, così Auguro a Te(o, alla/al protagonista dei tuoi versi), la consapevolezza dell'essere unico.. dolce, malinconico ma Essenzialmente Unico!
  • Salvatore Maucieri il 16/06/2012 19:49
    Opera magistralmente composta. La chiusa esprime egregiamente tutta la difficoltà di questo stato d'animo, molto difficile da combattere. A parer mio lo hai descritto in modo impeccabile. Ciaooooooooooooooooooooooooooooooooooo
  • Anonimo il 16/06/2012 18:41
    La descrizione della solitudine nella prospettiva dell'autrice è anche un indizio, neanche troppo celato, di una introspezione seria nella quale la dolcezza del'essere soli acquista il valore aggiunto per superare rischi di troppo decadimento interiore.
    La poesia ha anche il compito di lenire un po' le sofferenze oltre che di denunciarle.
    Apprezzata
    Ciao
    Aurelio
  • Anonimo il 16/06/2012 13:54
    Provo sempre difficoltà, stella luce, a parlare di malinconia: ho paura. Perchè anch'io, ovviamente, la provo, a volte, ma la respingo sempre in "malo modo": mi è profondamente antipatica per quel suo esclusivo desiderio di rovinarmi la vita. Altra cosa la nostalgia: quella sì che è dolce da vivere se pensi solo alla bellissima canzone di Modugno "La lontananza, sai, è come il vento. Spegne i fuochi piccoli, accende quelli grandi". Ciao, stella luce, ti auguro pensieri luminosi come il tuo bellissimo nome. Vera
  • Gianni Spadavecchia il 16/06/2012 11:53
    Una solitudine dolce e malinconica, piena di sentimento.. Ma pur sempre da evitare.
  • Teresa Tripodi il 16/06/2012 10:18
    malinconia di tristezza... uno in mezzo a tanti in mezzo a tanti uno é solo... un messaggio che fa riflettere molto... brava Stella
  • Anonimo il 16/06/2012 10:02
    La solitudine malinconica, quella dell'anima che ti fa sentire sola anche fra mille persone. Ne hai colto tutte le sfumature Stella. Preziosa!
  • Rocco Michele LETTINI il 16/06/2012 08:43
    Lodevole e toccante...
    Stupenda Stella... Buona Domenica
  • roberto caterina il 16/06/2012 07:49
    Dolce e malinconica.. Apprezzata.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0