PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Abbandonato, sono morto da quel dì!

Sono nato
in un tuo sguardo,
occhi negli occhi
che erano presenza..
Sono stato gioco
per un respiro
prolungato in me
dalla tua voce..
ho imparato
a riconoscere
il tuo umore,
ho cercato sempre
di portare allegria...
ti ho rincorso
fino a perdere il fiato,
quel giorno
che non capivo
dove avevo sbagliato...
ora randagio vago
nel ricordo del tuo odore,
ascolto suoni credendo
in un richiamo...
Sai, correrei ancora da te,
ma sono solo,
perduto, impaurito,
e sono morto,
ora so,
in quel dì deciso da te,
da te che amavo..

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 16/06/2012 22:37
    Toccante e profondo pel tema trattato...
    Commosso... plaudo cotanto amorevole verseggio...
    Sublime sei Mariella nel core...
    CIAO

1 commenti:

  • viktor il 16/06/2012 23:31
    Semplicemente bellissima. A volte le parole non sono in grado di descrivere certe emozioni. Tu ci sei riuscita.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0