accedi   |   crea nuovo account

Qualcosa di sbagliato

seguimmo le idee
che portavano distante
allontanandoci da casa
come figli fuggiaschi

disegnando la vita
con i dettagli asincroni
di passi irrequieti

la marcia scomposta
d'una truppa alla ventura
con troppi ideali poggiati
su piedistalli di cartone
ci condusse al fronte
di una battaglia persa

e andammo incontro all'albeggiare
inseguendo l'imbrunire

 

5
6 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Grazia Denaro il 18/06/2012 21:50
    Constatazione per non aver valutato bene i vostri intenti e le vostre azioni che alla fine vi delusero anche perché non avevate valutato la situazione correttamente. Una bella lirica che induce a riflettere ed a ponderare bene prima di arrivare a delle convinzioni su qualunque situazione possa presentarci la vita, opera apprezzata!
  • Michele Prenna il 17/06/2012 10:26
    Dolce-amara rievocazione poetica di una stagione di vita in un tempo che va a declinare e che vuole bilanci. Apprezzata.

6 commenti:

  • stella luce il 22/06/2012 15:12
    tristi questi tuoi versi... qualcosa in cui si è creduto che poi crolla come castelli di cartone... ma io credo che se noi vi credavamo non fossero poi sbagliate, solo forse non era il momento che venissero vissute...
  • mariateresa morry il 21/06/2012 12:26
    Ripensamenti generazionali, Senzamani??
  • Anonimo il 17/06/2012 13:49
    rimpianto, deluzione, non doveva andare così... ma a volte si partecipa... per ideali, per convinzione... non si sa come poi andrà a finire... bella mani porta a riflettere...
  • Nicola Lo Conte il 17/06/2012 13:05
    "e andammo incontro all'albeggiare
    inseguendo l'imbrunire"
    Bella poesia che costringe a pensare...
    Suggestiva la chiusa...
  • Teresa Tripodi il 17/06/2012 12:59
    ci son pensieri tristi che tagliano il respiro anche quando si è consapevoli che si sta respirando ancora... non cambiano ci sono e tali rimangono l'unica cosa che si puó fare è starli ad ascoltare quando e giusto e sperare che dopo rimangano ricordi perchè qualcosa volgerá a cambiare in piccoli spiragli di bello... triste opera ma bella poesia chiusa meravigliosa
    .. bravissimo Manì
  • Anonimo il 17/06/2012 11:49
    Una triste consapevolezza dell'aver sbagliato qualcosa, di cui non si è ben compreso il perchè. Restano il rimpianto e l'amarezza nel dover proseguire avanti, osservando ciò che rimane dell'insoddisfacente avventura. Testo davvero malinconico ma ben stilato!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0