PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Statisticamente

Statisticamente considerando
medicina e benessere
hanno allungato la vita
epperò conviene ai governi
che tanti muoiano presto
per risparmiar su pensioni.

Ma i contributi pesanti
finché il lavoro affatica
certo che sono graditi
ed allungati nel tempo.

Intanto guardandomi attorno
si vede che tanti lo ignorano
dopo i sessanta ne vedo
molti lasciar questo mondo.

Ed ho un bel dirmi giovane
far lo svagato poeta
finger passioni nel cuore
l'ombra, la sento, s'avanza.

Statisticamente parlando
rischio la depressione
notando i coetanei andar via
mi sforzo e grido "Allegria!"

 

4
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • rosanna gazzaniga il 18/06/2012 11:49
    Strada facendo si perde sempre qualcosa o qualcuno, la vita è solo un lunghissimo viaggio, verso una una meta che si vorrebbe non vedere mai. E il prezzo, a volte, è quello di arrivarci da soli... Profonda e bella poesia! complimenti!
  • Ettore Vita il 17/06/2012 13:12
    Certo che si muore anche da giovane, ma la vita media è più lunga e si vive meglio. Alla nostra età erano tutti senza denti e con la faccia scavata.

    Le pensioni. Amico mio è un problema generazionale e di sistema pensionistico.

    Quando si scelse il sistema a ripartizione (l'inps incassa e ripartisce, per la differenza incassa o interviene lo Stato) c'erano pochi pensionati e tanti lavoratori. Come adesso per i parasubordinati.
    Oggi i pensionati sono aumentati, e non solo per l'aumento della vita, e i lavoratori non aumentano anzi c'è la stasi. Infatti, a parte la Cina, per produrre gli stessi beni occorre meno lavoro.

    Ergo il sistema dovrebbe essere cambiato, forse sarebbe meglio quello a capitalizzazione. Meglio ancora se la pensione poggiasse su tre pilastri, uno uguale per tutti (Stato), uno a ripartizione in base ai contributi con aliquote più basse, uno a capitalizzazione (si investe e divide il guadagno).

3 commenti:

  • loretta margherita citarei il 17/06/2012 17:49
    suvvia michele, hai un bellissimo spirito, pensa a vivere!
  • Vilma il 17/06/2012 13:43
    bella riflessione, condivisa
    buona domenica
  • senzamaninbicicletta il 17/06/2012 11:06
    triste far quadrare i conti sulla vita o sulla morte delle persone. Concetto espresso con grande chiarezza e l'interrogativo di fondo che però purtroppo rimane insoddisfatto. Bella riflessione. Gradita e condivisa

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0