PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Uno e tutti

A lu sbuffu
de lo 'cazzatu Vesuviu
lo meo casatu
vene,
tantu amatu,
ma comma a camorra
tantu temutu;
eppur alluccu,
cu sta voce
ca me rimane,
songu e Napule
o megliu nuscanu,
ma dintu a sto core
songu soprattuttu Italiano
e nu sdegnu o munnu;
anch'Issi su cristiani,
gialli, nigri,
su frati a nuje,
amamuli commo
fussero e nuosti tutti.

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 18/06/2012 19:52
    UN BEL GESTO... APRIRE IL CUORE...
    ESAUDIENTE DON... BUONA SERA

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0