accedi   |   crea nuovo account

Si credeva un Vip bilingue prima di as-saggiare la mela della sua bontà

Quando la supposta dolcezza di un me là
si tramuta qui
per contrarietà

in veleno mortale

altro che verme rettale

"El tenia" una vipera nel "corazon"

 

12
7 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • karen tognini il 19/06/2012 10:03
    Beh il primo commento non l'avevo capito... ... hai ragione Vincenzo.. molte persone pensano di essere buone e spirituali ma poi vengono fuori con tutto il loro veleno.. basta starne alla larga...
    bravo... sei unico...

7 commenti:

  • denny red. il 20/06/2012 05:11
    Ottima!! Vince, Ben scritta! Son da tutte le parti.. questi Alieni, e.. ogni tanto.. almeno una volta all'anno mi sembra giusto dedicargli così.. e salutarli così.. Bravo Vince, anche quando cambi modo.. non c'è moda che tenga, SEI POESIA!! Ciaooooooo...!!!

  • Anonimo il 19/06/2012 17:27
    Piaciuta molto e apprezzata questa tua tanto bella.
    Vincè, intesso una corona rettale con legacci di tenie viperine perché tu possa incoronare tutte le lingue biforcute e piagnucolose che benedicono con le mani e avvelenano con parole, opere ed omissioni, per continuare a starci sempre tra i cogli... oni e oni e oni!
    Vincé sei un artista del corazon anche quando parli di certi rompi... glion.
    Bravissimo come sempre, anzi molto assai di più e oltre!
  • Anonimo il 19/06/2012 11:20
    l'ipocrisia è di moda... ormai porta una firma... molto forte e ben scritta... sempre bravo un abbraccio
  • Anonimo il 19/06/2012 10:33
    Penso che tu sia il "filosofo" per eccellenza del sito, un uomo che vola sempre in alto, per il quale le parole hanno una speciale ESSENZA e con esse spazi da una lingua all'altra con estrema facilità. Spesso non ti comprendo ( riconosco i miei limiti... ) ma in questa poesia... non so e non m'importa verso chi sia diretta ma dal titolo giochi, nascondi e sveli una realtà che vuoi solo verseggiare, con pacatezza ma è di un'acutezza e maestria!! Stilettate perfette... grande, immenso Vincenzo!
  • Teresa Tripodi il 19/06/2012 10:00
    Vincè ma buongiorno... e sto parassita intestinale??? rimango incredula rido piegata in due vedendo te con questi versi... fa caldo è il sole, o semplicemente qualcuno ha mal di pancia e la mela del giorno non ha levato via il medico di torno ma ha pescato un cazzotto bello grosso... pesante... soprattutto se si riesce a far scrivere a te questi versi... GRANDEEEEEEEEEEEEEEEEEEE
  • karen tognini il 19/06/2012 09:36
    Oh Mamma mia Vince... conoscendoti bene non ti ci vedo a parlare cosi' di qualcuno... secondo me parli della tua spiritualita' che non è come tu la vorresti sentendo dentro di te sentimenti umani che pero' non vorresti mai ti appartenessero...
    Poi me lo dirai a voce quello che intendevi
    Comunque bravo... sei un genietto meraviglioso!!!
  • - Giama - il 19/06/2012 09:18
    un messaggio di_retto forse a qualcuno...
    quell'as_saggio di supposta dolcezza si tramuta nel verme che covava in seno...

    molto forte e severa questa poesia Vince, specie nel veleno e nella vipera nel petto: combinazione veramente mortale.

    molto molto acuta, frutto del tuo grande genio!

    un salutone!

    ciao ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0