PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il canto del cigno (2° parte)

Notte senza luna l’anima mia
fredda
come il gelo dell’inverno
nera
a spalancar le porte dell’averno.

Demoni feroci i miei pensieri
spiriti
liberi e vaganti
rei
come amor d’amanti.
Mendace la speranza
del domani
sogni ed illusion
restan vani.
Turbina vento
suo lamento
e il cigno canta
sua ultima ora
a mostrar di morte
non pavento.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0