PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

quel giorno

Quando vuoi spiegarti
ma non ti lasciano fare,
quando vuoi urlare
ma non hai la voce,
quando spaccheresti il mondo
ma te lo impediscono,
bè, ora si che ti senti morto.

Vuoi ribellarti,
volare libero nel cielo
ma non hai le ali,
vuoi risplendere come una stella
ma ti spengono come acqua sul fuoco.

All'improvviso,
tutti spariscono,
ti senti felice, hai le ali e risplendi
puoi urlare, distruggere e spiegarti,
ma,
tornano,
ti disintegrano.

Felicità e dolore
guerra continua,
sono instancabili
si divertono a prendersi gioco di te,
ma un giorno
quando meno te lo aspetti,
si stancano,
fanno la pace,
e da lì in poi,
regna l'indifferenza.

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 01/07/2014 03:36
    apprezzata... complimenti.

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0