PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

[Senza titolo]

Il sole era partito e la vita giocava a nascondino con la morte.
Tra le mura della città grigia le fate sognavano di danzare con gli angeli,
nella notte.
E falò illuminati. E canti. E rugiada.
Erba alta e fiori di lava.
Lucciole come stelle addormentate in soffici sciami di poesie.
Ninnananne sussurrate.
Il vento disegnava soffi scivolando nella valle.
Girotondi di nuvole.
Poi giù nel mare.

 

0
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 27/06/2012 21:56
    Lirica che dipinge un bellissimo quadro complimenti

2 commenti:

  • alice il 10/08/2012 17:14
    grazie mille
  • stella luce il 29/06/2012 10:54
    molto originale e fiabesca... mi piace