PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La Libertà delle Parole

Inghiottito dal prodigio dell'immenso
Paure consumate da parole
Sensazioni sibilanti senza senso
Filtrano pensieri inconcludenti
Diretti nella dimensione infernale
Partoriscono realtà amaramente sentenziose
Robuste più di un bosso
E non provocano voluttuose vibrazioni
Ricordo i versi di un tempo
Versificazioni sublimi che scuotono il vento
Piccoli evasori della prigione esistenziale
Grandi agitatori di eroici sentimenti
Convulsioni di strutture formali
I nostri,
che si lanciano in metafore ossessive,
e si scagliano sulla ferraglia
che circonda il nostro tempo.

 

3
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 25/06/2012 20:02
    Un verseggio coraggioso nel suo mirabile design...
    BUONA SERATA LUCA

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0