username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

IL tempo e il mare

Prima che il tempo fugace lavi
questa immagine dalla mia mente,
prima che la mia mano incapace
non riesca più a riempire
di segni e colori incerti
una bianca tela, vorrei fissare
il morbido mare di cristallo
e il confine turchese
ondeggiante tra acqua e cielo,
e i raggi di sole che intrecciano
trame e fili di luce
sul fondale di sabbia,
ed il frizzare di bianca schiuma
che orla di pizzi fugaci
lo specchio della battigia scura,
lavando via le mie orme.
Prima che il tempo divori,
prima che l'età perda e cancelli
il riso e il pensiero innocente
dei miei figli bambini,
prima che questa luce sbiadisca
nei miei deboli occhi,
prima del rimpianto
di ciò che non riesco e
non posso fare.
Prima che avanzi il grigio dell'autunno
e intristisca i colori dell'estate
scrivo un'altra forse inutile poesia.

 

3
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 26/06/2012 06:48
    Di tenerezza intriso... lo "mirabile versicolato" porta la mente e il corpo ad invitante soggiorno ne l'adorabile atmosfera di tal spazio di colori... di suoni... e di profumi estivi...
    BRAVA ROSA

3 commenti:

  • Ferdinando Gallasso il 20/09/2012 08:41
    Bellissima ed emozionante.
    Un ottima lettura, grazie a te
  • Rita Granetti il 26/06/2012 00:23
    c'ero anch'io in riva a quel mare... stupenda
  • Alessia Lombardi il 25/06/2012 23:50
    Bellissima lirica, complimenti!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0