username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il Gatto Nero

Sono un gatto nero:
annuso, osservo...
dimora non ho:
ché mi piace andare
ove di color
v'è paradiso,
tra barattoli di vernice
e mezze tele
con la coda;
e a dar vita provo
alle stelle della sera.

Indovinar m'allieta
il ronzar dell'ape
vestita da baccante
tra le rosse perle amare
del più rubicondo frutto;
mirar le rondini in volo
ché nero com'il mio
hanno il manto,
e spiar nel vento
il sovran celeste
dalla candida,
soffice veste
con gl'occhi miei d'oro
dalla fessura di mirto e d'alloro.

Trai rami ascolto
il rubizzo pettirosso,
dei fior attendo il risveglio
nel buio d'un fosso;
nei polverosi prati
rincorro farfalle
dall'ale bianche e gialle.

E della vita cerco il vero:
inseguendo il mio sogno
di gatto nero.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • anna marinelli il 26/06/2012 22:28
    adoro i gatti neri, ne ho tre nel giardino e sono stupendi!
    la descrizione che ne fai è davvero piacevole!
  • Giuseppe Amato il 26/06/2012 21:11
    Ti leggo per la prima volta e rimango compiaciuto per la tua arguta descrizione e per il ritmo stileggiante che hai dato al tuo componimento. Risenti di influenze stilistiche di un periodo scolastico ma sei personale e veramente brava. Complimenti. Ora leggo altro

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0