accedi   |   crea nuovo account

Rinascita

Dal caos alla rivoluzione
Faccio fiamme nel cielo di questo giorno
Luci forti m’annunciano
Sto tornando per gridare vita
Sangue e membra si addensano
Gli astri lassù mi pensano
Mi fanno forma veloce e rapida
E l’erba brucia ad ogni mio passaggio.

Sono la fiaba che tu leggi
Mio piccolo guerriero
Le tue armi sono negli occhi
Leggibili ai pochi personaggi
Che fanno parte della mia storia

Che il soffio d’un forte vento t’abbia in gloria
Arcobaleno dell’armonia
Chi ti scambiò per disegno immobile
Da questa storia è fuggito via
A cercare se stesso
In un nuovo e confuso riflesso
Del suo moto di discesa

Sento brillarmi in ascesa
Nascere è sorgere al sole
E poi risorgere ancora
Per le vie di oggi e di domani
…per le vie di allora

Sono nato con te Amoreluce
Da ogni luogo il tuo profumo conduce
A divenire di nuovo
Ciò che in ogni vita ritrovo
Tra intermezzi di parole
Tra fiori e colori
E le anime

Le anime si fanno vive
Vive a toccar gli spiriti
Che mi danzano da sempre attorno
Ed io ritorno
Come sempre ritorno
A nascere ancora.

(Estate 2002)

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 03/03/2010 10:22
    ... ma senza migliorare di un pelo...
  • Fiscanto. il 14/10/2009 00:13
    molto bella
  • roberto mestrone il 02/07/2007 12:11
    Opera introspettiva, anche se apparentemente non sembra.
    Molto suggestiva l'ultima sestina.
    Bravo Federico!
    Ro

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0